Codice Deontologico
4403
page-template-default,page,page-id-4403,central-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,elementor-default,elementor-kit-8002
title

Codice Deontologico

 

Codice Deontologico

(Deliberato dal cda in data 09/05/2013)
Breve premessa
Il presente codice deontologico ha quale finalità principale quella di garantire l’appropriato svolgimento della propria professione ponendo la massima attenzione ai fruitori dei servizi, siano essi inviati dal SSN previa Convenzione ASL o privati avventori, agli standard qualitativi delle prestazioni offerte da Gruppo Incontro Società Cooperativa Sociale e non ultimo, al benessere di tutte le figure professionali componenti le varie equipes di lavoro.
Visto l’alto grado di professionalità espresso dal personale, molti degli elementi di seguito elencati costituiscono già prassi e consuetudini poiché osservate con scrupolosità e testimoniate nei confronti delle persone che fruiscono dei servizi e prestazioni offerte, dei tirocinanti, dei volontari, degli operatori del Servizio civile, e di tutte le persone e/o gruppi che a qualsiasi titolo entrino in contatto con la nostra realtà operativa.
Tuttavia il Gruppo Incontro ritiene utile rilevare ed accorpare, in relazione alle particolari attività della Cooperativa non normate da fonti del diritto quali CCNL, Contratto Integrativo, Statuto, codice civile (fatto eccezione per i comportamenti rilevanti ai sensi del codice penale) o presenti nel regolamento interno, un insieme di buone prassi osservate durante lo svolgimento dell’attività professionale per inserirle formalmente all’interno dei regolamenti e delle procedure operative e di gestione della società cooperativa. Tali prassi costituiscono da sempre il nostro patrimonio professionale e sono riportate nel presente Codice Deontologico.
A tale proposito, oltre ai diritti e ai doveri previsti dalle normative e dal CCNL i componenti delle equipes sono invitati ad astenersi dai comportamenti di seguito elencati e rappresentanti violazioni e gravi violazioni del codice deontologico di comportamento:
Costituiscono violazione del codice deontologico:
– ricevere visite durante l’orario di lavoro da parte di soggetti non autorizzati;
– presentarsi sul luogo di lavoro con abbigliamento non idoneo e non rispondente alle norme del buon senso e del decoro, sia pur nel rispetto degli stili e dei gusti personali;
– consegnare o accettare regali e/o beni e/o servizi a titolo personale fatta eccezione per situazioni condivise in equipe di lavoro (*);
– consentire la conduzione di mezzi di trasporto personali da parte dei soggetti che fruiscono dei servizi;
– fornire recapiti telefonici e indirizzi di posta elettronica e/o residenza ai fruitori dei servizi prima del termine del trattamento/prestazione e comunque, in tal caso, solo a seguito di condivisione e previa valutazione e assenso del gruppo di lavoro;
– fornire trattamenti di vantaggio o svantaggio alle persone che fruiscono del servizio sulla base di sentimenti di simpatia/antipatia e più genericamente sulla base di stati emotivi positivi o negativi sollecitati dalla relazione; il risultato atteso dalla prestazione professionale e gli strumenti per il suo raggiungimento devono rappresentare la linea di condotta professionale sovra-ordinata del lavoro individuale e di equipe;
– rappresenta violazione del codice deontologico il non comunicare commistioni fra vita professionale e vita privata che possano interferire con l’attività lavorativa o comunque

Costituiscono gravi violazioni del codice deontologico:
– svolgere la propria attività professionale rivolgendola a persone con le quali si è intrattenuto o sono intrattenute relazioni significative di natura personale, in particolare di natura affettivo-sentimentale e/o sessuale; (cfr. Codice Deontologico Albo Psicologi)
– parimenti costituisce grave violazione deontologica instaurare le suddette relazioni nel corso del rapporto professionale; (ibidem)
– costituisce grave violazione deontologica incontrare fuori dall’orario di lavoro ed a titolo personale i fruitori dei servizi e/o loro familiari durante uscite programmate e/o uscite volontarie senza che ciò sia stato condiviso con il gruppo di lavoro;
– costituisce grave violazione incontrare a titolo personale i fruitori dei servizi durante interruzioni di trattamento, verifiche terapeutiche, sospensioni di programma, ricoveri ospedalieri etc.
È altresì compito di ciascun componente dell’equipes di lavoro farsi garante dei diritti delle persone che fruiscono delle prestazioni offerte da Gruppo Incontro Società Cooperativa (vedi regolamenti interni)
Fra questi:
Diritto a non essere strumentalizzato e condizionato psicologicamente;
Diritto alla salute, possibilità di curarsi e vivere in un ambiente che rispetti
le norme igienico-sanitarie;
Diritto alla privacy dei dati e delle informazioni personali(Dlgs. 196/03).
Diritto a essere informato e coinvolto direttamente nel progetto terapeutico
e nei suoi aspetti organizzativi;
Diritto a essere ascoltato, supportato e sostenuto individualmente e nelle
relazioni sociali e familiari;
Diritto a proporre attività di interesse personale non previste nella
programmazione;
Diritto “all’autodeterminazione, l’autonomia e allo sviluppo delle potenzialità personali” del fruitore del servizio. (Cfr Codice Deontologico Albo Pedagogisti)
Il presente codice deontologico è soggetto a successive modifiche e integrazioni su delibera degli organi sociali di Gruppo Incontro società cooperativa