Procedura di acquisizione beni e servizi
4998
page-template-default,page,page-id-4998,central-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,
title

Procedura di acquisizione beni e servizi

 

Procedura di acquisizione beni e servizi

(Procedura approvata dal CdA in data 14 marzo 2013)

 

RICHIESTE DI ACQUISIZIONE DI BENI, SERVIZI E INTERVENTI : CRITERI DI REDAZIONE E DI 

TRASMISSIONE 

Le richieste di acquisizione di beni, servizi e lavori, per essere ricevibili ed assunte in delibera, dovranno essere inviate al Consiglio di Amministrazione , di norma attraverso la posta elettronica aziendale, all’indirizzo : [email protected] e corredate di:

Motivazioni: descrizione sulla base di quale evento e/o bisogno il proponente richiede al CdA di poter procedere all’acquisto di beni, servizi, lavori;

Preventivo o preventivi di spesa come di seguito indicato:

a) Le acquisizione per importi sino ad euro 500 di spesa potranno avvenire in regime di “affidamento diretto”. Il proponente potrà in tal caso fornire un solo preventivo di spesa o, in alternativa, indicare nella richiesta il nominativo del fornitore ed il relativo costo per l’acquisizione del bene e/o del servizio richiesti. Il Cda si riserva comunque la facoltà di richiedere ai proponenti ulteriori approfondimenti e/o di suggerire, previa autonoma valutazione, altro/i fornitori e relativo/i preventivo/i

b) Per acquisizioni di importo compreso tra euro 501 ed euro 1.500, dovranno essere prodotti almeno n. 2 preventivi di spesa; 

c) Per acquisizioni di importo compreso tra euro 1.501 ed euro 7.000, dovranno essere prodotti almeno n. 3 preventivi di spesa; 

d) Per acquisizioni di importo compreso tra euro 7.001 ed euro 20.000, dovranno essere prodotti almeno n. 5 preventivi di spesa; 

e) Per acquisizioni oltre i 20.000 euro, verrà attivata una procedura di gara (ristretta o con avviso pubblico) per l’aggiudicazione della prestazione, fornitura, etc.

 

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PREVENTIVI 

Oltre alla verifica della miglior offerta economica le richieste di acquisizione di beni e servizi, verranno valutate dal CdA secondo i criteri di seguito elencati:

a) Precisione e dettaglio dei preventivi presentati, che dovranno essere redatti su carta intestata del fornitore o quanto meno dotati di timbro e firma dello stesso 

b) Qualità della prestazione, modalità di fornitura del servizio, tempi e modalità di attuazione dichiarati dal fornitore; 

c) Provenienza delle merci e distanza chilometrica del fornitore; 

 

 

d) Condizioni di pagamento, ove consentita una libera contrattazione ai sensi della normativa vigente e s.m.i. 

e) Rilascio delle certificazioni di conformità e di regolarità contributiva da parte del fornitore 

 

Quanto sopra, fermo restando le necessarie differenziazioni per tipologia di prodotto, servizio, fornitura, intervento etc,

ACQUISIZIONE DI BENI , SERVIZI , INTERVENTI AVENTI CARATTERE DI URGENZA 

Per situazioni di emergenza ed in particolare per quelle in cui potrebbe risultare compromessa la normale operatività e/o la sicurezza sui luoghi di lavoro, il Legale Rappresentante, stante l’espressa delega conferitagli dal CdA, avrà facoltà di disporre d’urgenza ed in modo autonomo, l’acquisizione del bene, del servizio e/o dell’intervento necessario. Tale determinazione sarà sottoposta a formale ratifica del CdA in occasione della prima adunanza utile.

PRECISAZIONI 

1. Su istanza del CdA è stato avviato un approfondito processo di revisione dell’area amministrativa, nel cui ambito è prevista altresì l’istituzione di un apposito “UFFICIO ACQUISTI” di cui la procedura che disciplina l’acquisizione e l’approvvigionamento di beni, servizi, lavori, interventi etc, costituirà ineludibile e fondamentale fonte normativa. Oltre alla verifica ed al monitoraggio degli acquisti e degli approvvigionamenti – volti a garantire una “efficienza”di gestione in termini quantitativi, – il processo di cui sopra, con la costituzione dell’Ufficio Acquisti e l’applicazione della presente procedura, si pone come obiettivo anche un miglioramento dell’ “efficacia” gestionale in termini qualitativi : è prevista infatti una approfondita analisi sui fornitori, ivi compresi quelli storici, in modo da garantire un sistematico monitoraggio del rapporto qualità/prezzo, una verifica della qualità delle prestazioni e dei prodotti forniti e, non ultima, la redazione di un apposito “ALBO FORNITORI “ accreditati presso la Cooperativa Gruppo Incontro.

 

Trattandosi di processo di revisione e riorganizzazione tuttora in corso, si precisa che la presente procedura avrà un carattere di provvisorietà e che sarà cura del CdA fornire tempestiva comunicazione in caso di eventuali ulteriori aggiornamenti e/o integrazioni della procedura stessa

2. Il Presente regolamento è correlato alla: procedura gestione delibere 

 

Login

Lost your password?